Connect with us

Cultura

Pompeii, Gabriel Zuchtriegel è il nuovo direttore

Avatar

Pubblicato

il

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha nominato Gabriel Zuchtriegel nuovo Direttore di Pompeii – Parco Archeologico. Nato nel 1981 a Weingarten, città della Repubblica Federale Tedesca, è stato il più giovane dei direttori nominati con la prima procedura pubblica internazionale per la selezione dei musei autonomi nel 2015, quando fu selezionato per guidare il Parco Archeologico Paestum e Velia.

Il neodirettore Gabriel Zuchtriegel, che lascia un’eredità positiva nella gestione del parco archeologico di Paestum e Velia, al momento della nomina dichiara: «Pompei è speciale non solo per il suo patrimonio archeologico inestimabile, ma anche per la squadra di professionisti e operatori che lavorano nel sito con grande impegno e competenza e che sono felice di poter guidare per garantire la tutela e la fruizione di un luogo unico al mondo».

Il nuovo direttore è stato scelto tra 44 candidati, di cui 10 di origine straniera. Al termine della selezione, conclusa con i colloqui di dieci candidati della short list, tenutisi il 10 e 11 febbraio, la commissione ha individuato la terna dei candidati da sottoporre al Ministro, tra i quali è stato nominato il nuovo direttore che prenderà prossimamente servizio. Oltre a Gabriel Zuchtriegel la terna era composta da Renata Picone, professoressa ordinaria di restauro nell’Università degli studi Federico II di Napoli, e Francesco Sirano direttore del parco archeologico di Ercolano dal 2017.

Gabriel Zuchtriegel, nato nel 1981, ha studiato archeologia classica, preistoria e filologia greca a Berlino, Roma e Bonn, dove nel 2010 ha concluso un dottorato di ricerca sul sito laziale di Gabii nei pressi di Roma. È stato borsista dell’Istituto Archeologico Germanico e della Fondazione Alexander von Humboldt, che nel 2012 l’ha portato all’università della Basilicata (Matera) per un progetto di ricerca triennale sulla colonizzazione greca lungo la costa Ionica. Ha insegnato presso gli atenei di Bonn, Matera, Napoli “Federico II” e Salerno ed è autore di numerosi articoli e monografie, tra cui “Colonization and Subalternity in Classical Greece”, Cambridge University Press 2018. Nel 2019, gli è stato riconosciuto il premio di Ravenna Festival. Nel 2015, ha collaborato nel “Grande Progetto Pompei” quale membro della Segreteria tecnica di progettazione. Da novembre 2015 dirige il Parco archeologico di Paestum, al quale nel 2020 si è aggiunto il sito di Velia, ambedue iscritti nella lista del patrimonio UNESCO. Zuchtriegel, che è sposato e ha due figli, è di origine tedesca; dal 2020 è anche cittadino italiano.

 

Leggi di più
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura

Napoli, rimossi graffiti sulla Fontana del Nettuno in piazza Municipio

Avatar

Pubblicato

il

Comune di Napoli

Nei giorni scorsi ignoti hanno imbrattato la splendida Fontana del Nettuno in piazza Municipio.
Grazie alla sinergia interistituzionale tra la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio e il Comune di Napoli, nell’ambito del Protocollo d’intesa “RipuliAMO Napoli – Proposte di intervento dalla cittadinanza per la pulizia dei monumenti” è stata effettuata un’operazione di pulitura della Fontana, grazie all’associazione “I sedili di Napoli” ONLUS – Angeli del Bello-Napoli ODV.

“Per la rimozione delle scritte imbrattanti è stato scelto il metodo laser blaster, compatibile con le esigenze di conservazione del bene, cui seguirà l’applicazione di un protettivo anti smog e anti imbrattamento su stemmi, leoni e superfici. Operazione di rimozione riuscita perfettamente, evitando l’aggravamento dello stato conservativo del bene in oggetto. Ringrazio la Soprintendenza, ABC, Dirigenti, tecnici e ovviamente l’Associazione per l’attenzione sempre dimostrata e il tempestivo quanto efficace intervento in tempi record”, ha dichiarato l’Assessore Luigi Felaco.

 

Leggi di più

Cultura

Pompei, finito il restauro dell’affresco della Casa dei Ceii

Avatar

Pubblicato

il

Ph Luigi Spina

Torna a splendere nei suoi intensi colori, il grande affresco del giardino della Casa dei Ceii al termine di un importante restauro sugli apparati decorativi.
Come una pellicola sbiadita dal tempo e restaurata, così riprende vita, in tutto il suo fulgore e vividezza, la grande pittura che orna la parete di fondo del giardino di questa casa, con la scena di caccia con animali selvatici e assieme alle scene di paesaggi egittizzanti popolati di Pigmei e animali del Delta del Nilo raffigurati sulle pareti laterali.

Leggi di più

Cultura

Procida Capitale della Cultura 2022, volontari ripuliscono l’isola

Avatar

Pubblicato

il

La carica di cento volontari per abbellire alcuni degli angoli più celebri dell’isola di Procida. Prendendosi cura dei luoghi, tutti insieme, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. Domenica 21 febbraio nell’isola capitale italiana delle cultura 2022 alcune tra le associazioni del territorio si sono rimboccate le maniche dedicando tempo e attenzione ai luoghi simbolo dell’identità culturale di Procida: attività di giardinaggio, rimozione rifiuti, potatura di alberi, recupero di ingombranti.

Nel palazzo rinascimentale di Palazzo d’Avalos, carcere fino al 1988 e riaperto al pubblico nel novembre 2016, l’Associazione Palazzo D’Avalos – che da anni organizza percorsi di visita – avviato un’azione di pulizia, bonifica e recupero di alcuni degli spazi che saranno utilizzati per gli eventi culturali nei prossimi mesi e che diventeranno location privilegiata di alcuni tra i 44 progetti culturali di Procida 2022.
Contestualmente è andata in scena una grande operazione di decoro a Callìa e Corricella, con il coordinamento di due delle associazioni più attive del territorio, Operazione Primavera e Associazione Marinara della Corricella.

“É stata una giornata importante: ancora una volta l’attaccamento dei procidani alla propria isola si è tradotto in azioni concrete all’insegna della cittadinanza attiva, con l’obiettivo di rendere l’isola più bella e accogliente per i turisti e per chi la abita”, sottolinea invece il sindaco Dino Ambrosino.

“Avvieremo nelle prossime settimane un programma di incontri e tavoli di lavoro per la definizione di un ampio progetto di volontariato culturale per Procida Capitale Italiana della Cultura – sottolinea Agostino Riitano, direttore di Procida 2022 – affinché il 2022 possa essere l’anno della condivisione, dell’impegno civico e della crescita del capitale umano. Agli incontri – prosegue – inviteremo gruppi di volontari di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, Matera 2019 Capitale Europea della Cultura e una delegazione dei volontari di Aarhus, città danese che è stata Capitale Europea della Cultura nel 2017, convinti che il networking tra le buone pratiche di promozione del volontariato sia un valore per il nostro progetto. La squadra di volontari Procida 2022 – conclude Riitano – vedrà il protagonismo di cittadini di ogni età e provenienza e si ispirerà a quattro principi: la responsabilità, la cooperazione; l’economia del dono e l’intelligenza collettiva”.

Leggi di più

News

Scroll Up