Connect with us

Città

Superbonus, De Lise (commercialisti): “Banche non orientino scelte dei clienti”

Published

on

“In tema di Superbonus, arrivano numerose segnalazioni dai colleghi che ci obbligano a una presa di posizione presso l’Abi (Associazione Bancari Italiani), la Banca d’Italia e le Autorità competenti Agcm (Autorità Garante della Concorrenza del Mercato) e la Consob (Commissione nazionale per le società e la Borsa). Troppo spesso, infatti, si verificano situazioni in cui alcuni istituti di credito, a seguito della sottoscrizione di Convenzioni con società di revisione, agiscano e insistano – per non dire ‘obblighino’ – affinché il visto di conformità previsto dal comma 11 dell’art. 119 del Decreto Rilancio (detrazioni fiscali per il Superbonus) sia rilasciato esclusivamente dalle stesse società”, lo afferma Matteo De Lise, presidente dell’Unione nazionale giovani dottori commercialisti.

“Questa scelta ‘consigliata’ sarebbe una condizione necessaria al prosieguo della pratica di acquisizione del credito da parte dell’istituto oppure, in casi meno gravi, farebbe proseguire la pratica con tempistiche notevolmente ridotte. Al contrario, se il visto di conformità fosse rilasciato da un professionista, la pratica non sarebbe presa in carico oppure lavorata con tempistiche lunghe sino ai 5 mesi. Tale comportamento è censurabile poiché viola principi fondamentali sui quali è basata la nostra professione e il libero mercato”.

“La libertà di scelta del cliente – spiega De Lise – viene così calpestata. Il cliente è infatti costretto ad annullare il rapporto di fiducia che è intrinseco nel mandato professionale, essendo obbligato ad accettare un nominativo imposto senza averlo visto né conosciuto. In seconda battuta, viene lesa la concorrenza di mercato: imponendo una scelta, si ottiene come risultato l’esclusione di tutti i colleghi che non appartengono a determinate strutture”.

“Inoltre, il comportamento degli istituti bancari sarebbe da censurare per una evidente violazione della libertà di scelta della clientela che, con queste modalità, non potrebbe avvalersi dei propri consulenti di fiducia per la gestione delle proprie pratiche e per la tutela dei propri interessi. Al di là delle convenzioni, è il cliente che sceglie i suoi professionisti di fiducia (ingegnere, architetto, commercialista, avvocato) nonché l’impresa per eseguire i lavori relativi. Alle banche – conclude il numero uno dei giovani commercialisti italiani – non chiediamo altro che fare le banche”.

Città

Voragine Ospedale del Mare, tolti i sigilli: al via lavori per ripristino acqua calda

Published

on

ph Il Mattino

La Procura di Napoli ha rimosso i sigilli alla voragine che si è creata la scorsa settimana all’Ospedale del Mare per permettere all’Asl Napoli 1 di ripristinare il flusso di acqua calda e riscaldamento al servizio dei reparti. Il dissequestro temporaneo questa mattina dopo che l’Asl ha presentato tutta la documentazione richiesta dai pm per proseguire le indagini.
L’Asl ha fatto partire quindi il cronoprogramma dei lavori che prevede una conclusione in un massimo di sette giorni.

L’ufficio tecnico, si apprende da fonti dell’Asl, con la squadra della ditta che si occupa della manutenzione, sta facendo partire i lavori che si svolgono a circa 50 metri dalla voragine, area anche quella sequestrata dai magistrati. I lavori prevedono l’installazione di nuove centrali caldaie che permettano di bypassare la voragine: con le attuali caldaie, infatti, l’acqua calda si riverserebbe nel fosso senza raggiungere l’ospedale. I lavori si svolgeranno nei cunicoli sotterranei del parcheggio fino all’ospedale.

Attualmente l’Ospedale del Mare continua a lavorare in condizioni difficili, riscaldando l’acqua con i fornetti e provando a climatizzare le corsie con termoventilatori, una situazione che si sbloccherà solo alla fine dei lavori.

Leggi di più

Città

Napoli, orti urbani e attrezzature a uso pubblico a Pianura

Published

on

Comune di Napoli

La Giunta comunale, su proposta del Vice Sindaco con delega all’urbanistica Carmine Piscopo, ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione di una attrezzatura ad uso pubblico destinata a orti urbani, denominata il “giardino della Ferrovia”, in via Don Giovanni a Pianura.

Il progetto prevede la realizzazione di orti disposti su terrazzamenti con superfici variabili, per un totale di 2600 mq di spazio coltivabile, uno spazio pubblico attrezzato con tavoli, sedute, un’area gioco per bambini e un’area di 200 mq da destinare ad attività didattiche e di ortoterapia, che saranno organizzate in sinergia con le scuole e gli attori sociali presenti sul territorio.
All’interno dell’area, accessibile da tre ingressi di cui uno carrabile, saranno anche collocati uno spazio per il compostaggio dei rifiuti, servizi igienici e un parcheggio pertinenziale.

“Con l’approvazione di questa delibera – dichiara l’Assessore Piscopo – si riconferma l’importanza e il successo della realizzazione di attrezzature ad uso pubblico, mediante convenzionamento, con i privati. Un meccanismo che consente di implementare e migliorare i servizi urbani per il territorio e di rispondere con particolare attenzione alle crescenti esigenze di luoghi aperti e di spazi coltivabili e collettivi”.

Leggi di più

Città

Napoli, chiusura pista ciclabile Galleria IV Giornate

Published

on

foto agenzia Dire

Per consentire i lavori di adeguamento normativo ed efficientamento energetico degli impianti di illuminazione e ventilazione a servizio della Galleria IV Giornate, a partire da mercoledì 20 e fino al 30 aprile verrà chiusa la pista ciclabile.

Leggi di più

News

Scroll Up