Connect with us

Città

Report Pendolaria 2021, Circum e Cumana tra le peggiori linee d’Italia

Avatar

Pubblicato

il

Legambiente ha presentato il report Pendolaria 2021, che monitora la situazione del trasporto ferroviario italiano ai tempi del Covid.
Anche quest’anno, come è già capitato in anni passati, tra le linee peggiori d’Italia ci sono quelle gestite dall’EAV (Ente Autonomo Volturno), che si sviluppano tra Napoli e provincia. Si tratta di Circumvesuviana, Cumana e Circumflegrea.

“Purtroppo, sulle linee peggiori d’Italia, quelle che da anni raccontiamo con Pendolaria, la situazione è stata quanto mai difficile, di sovraffollamento e disagio per i pendolari. Sulle linee Cumana, Circumflegrea e Circumvesuviana di Napoli non è di certo migliorata quest’anno, malgrado la riduzione dei passeggeri”, si legge nel report di Legambiente. “Su queste linee la situazione era già drammatica per treni vecchi, stazioni in condizioni di degrado e il taglio dei treni avvenuto in questi anni (-10,9% rispetto al 2010)”.

Nel 2020, sicuramente complice l’emergenza da Covid-19, l’EAV ha tagliato in maniera significativa le corse: dalle 11 alle 15 e dopo le 20. “Un taglio di sei ore sul servizio giornaliero, che è stato sospeso anche per tutta la giornata durante le domeniche dello stesso periodo. Una riduzione drastica delle possibilità di spostamento in treno che ha creato disagi e proteste” scrive Legambiente nel rapporto.

Pendolaria 2021 ha evidenziato anche che negli ultimi anni si è verificata una drastica riduzione dei passeggeri quotidiani che utilizzano i treni regionali in tutta la Penisola. Nel 2011, i viaggiatori che utilizzavano quotidianamente i treni regionali in Campania erano 467mila; nel 2019, invece, 261.193. Un calo del 44,1% in meno di dieci anni. La Campania è anche tra le Regioni d’Italia in cui l’età media del materiale rotabile è più alta. Attualmente, sono in esercizio 352 treni in Campania: l’età media è di 19,9 anni, mentre il 65,9% dei treni ha più di 15 anni.

Leggi di più
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Città

Napoli, a 12 anni raccoglie 6000€ per i bambini ricoverati all’ospedale Santobono

Avatar

Pubblicato

il

Una bellissima storia arriva dall’ospedale pediatrico Santobono Pausilipon di Napoli.
Luigi, di soli 12 anni, ha raccolto e donato ben 6.000 euro al reparto di ematologia dell’ospedale. Ma partiamo dal principio.

Come racconta la Fondazione Santobono Pausilipon, il giovane Luigi, che ha compiuto 12 anni lo scorso 16 febbraio, dopo aver passato gli ultimi mesi tra il reparto di ematologia ed il centro trapianti, ha scelto di non ricevere regali per il suo compleanno ed ha invece chiesto di fare una libera donazione per i bambini ancora ricoverati.

“Luigi ha rinunciato ai suoi regali per donare un sorriso ai bambini che stanno affrontando il suo stesso percorso di cura. E niente, quando diciamo che i nostri bambini sono speciali e che hanno un marcia in più è proprio questo che intendiamo”, dichiarano dalla Fondazione.

Luigi, quindi, a soli 12 anni, è riuscito a raccogliere addirittura 6.000 euro che andranno, come da suo desiderio, a sostegno del reparto di ematologia e Centro Trapianti.

“Un risultato incredibile per il quale ringraziamo i genitori di Luigi e i tantissimi che hanno sostenuto il sogno di Luigi donando anche una piccola cifra. E grazie a Luigi per aver dimostrato che non esistono traguardi impossibili, che la solidarietà è una scelta di vita e che scegliere di aiutare a volte comporta delle rinunce ma il premio che si raggiunge è inestimabile: la certezza di aver fatto davvero la differenza in questo mondo!”

Leggi di più

Città

Galleria Vittoria, Clemente: “Importante e quotidiano il lavoro del Comune”

Avatar

Pubblicato

il

Comune di Napoli

“Il lavoro sulla Galleria Vittoria che sta facendo il Comune è importante. Stiamo dando massima priorità alla sicurezza e ad indagini delicate ed approfondite per restituire alla città il miglior risultato possibile grazie a professionisti esperti del settore”, dichiara l’Assessore Alessandra Clemente.

“Abbiamo commissionato ulteriori indagini dell’ammasso tufaceo fin sulla superficie della collina di Pizzofalcone – prosegue Clemente – oltre ad approfondimenti, alcuni dei quali hanno richiesto nuovi sopralluoghi e rilievi, che hanno riguardato, in particolare, lo studio geomeccanico dell’ammasso tufaceo in cui è scavata la galleria e lo studio idrologico delle acque, indagando reti idriche e fognarie, grovigli di allacci privati, cunicoli e cavità sotterranee; insomma si sta svolgendo un lavoro certosino, lungo e complesso, quotidiano, non visibile dal livello stradale.”

L’Amministrazione, rendono noto gli uffici competenti, ha stanziato già nel mese di dicembre le risorse necessarie e affidato ai tecnici comunali il compito di eseguire una campagna di indagini di ogni aspetto della galleria per valutarne il complessivo stato di salute. Il lavoro dei tecnici è stato supportato dal contributo di professionalità esterne di importante esperienza nel campo della costruzione di gallerie urbane. Sulla base dei risultati delle indagini gli uffici comunali hanno quindi redatto un progetto di intervento approvato dalla Giunta con una delibera del 28 dicembre 2020, stanziando 607 mila euro per eseguire i lavori, individuando la ditta per l’esecuzione dei lavori, grazie all’accordo quadro di programma dedicato ai lavori pubblici. Alla Procura è stato chiesto il dissequestro della galleria per l’esecuzione dei lavori, richiesta allo stato respinta, a fronte di richiesta di elementi ulteriori. I tecnici sono quindi, nella migliore e leale collaborazione istituzionale, all’opera per fornire le rassicurazioni necessarie all’eliminazione del pericolo per avere il dissequestro della galleria e iniziare con i lavori. Gli ulteriori approfondimenti, alcuni dei quali hanno richiesto nuovi sopralluoghi e rilievi in galleria, hanno riguardato, in particolare, lo studio geomeccanico dell’ammasso tufaceo in cui è scavata la galleria e lo studio idrologico delle acque per poter individuare ed, eventualmente, ridurre il fenomeno delle percolazioni in galleria.

NdR
In foto il geologo Gianluca Minin, nel team di esperti di cui si è dotato il Comune di Napoli.

Leggi di più

Città

Covid, ultimo bollettino in Campania: 2.519 positivi su 22.416 tamponi effettuati

Avatar

Pubblicato

il

foto Adnkronos

L’Unità di crisi della Regione Campania ha comunicato l’ultimo bollettino sul coronavirus in Campania aggiornato a oggi, 26 febbraio 2021:

Positivi del giorno: 2.519 (di cui 467 casi identificati da test antigenici rapidi)
di cui
Asintomatici: 1.881
Sintomatici: 171
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 22.416 (di cui 4.150 antigenici)

Totale positivi: 262.843 (di cui 5.539 antigenici)
Totale tamponi: 2.888.348 (di cui 98.937 antigenici)

Deceduti: 11 (*)
Totale deceduti: 4.259

Guariti: 1.779
Totale guariti: 184.883

* 9 deceduti nelle ultime 48 ore, 2 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 144
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.294

** Posti letto Covid e Offerta privata.

Leggi di più

News

Scroll Up