Connect with us

Città

Napoli, somministrato per errore vaccino AstraZeneca a 44 persone

Pubblicato

il

Ansa

Quarantaquattro persone vaccinate per errore con AstraZeneca a loro insaputa. Lo riferisce l’edizione napoletana de La Repubblica.

È accaduto domenica 30 maggio al centro vaccinale della Fagianeria di Capodimonte. A quanto scrive La Repubblica “si sarebbe trattato di un errore del farmacista incaricato di prendere il flacone: anziché Pfizer ha scongelato il vaccino sbagliato e preparato siringhe (si trattava della prima dose) contenenti il siero anglo-svedese. Ma chi ha somministrato il vaccino, questo affermano sempre dall’Asl, era sicuro di aver utilizzato Pfizer, così come chi ha avuto l’inoculazione. Anche sul certificato era attestato erroneamente che era stato utilizzato il vaccino americano”.

L’Asl sta contattando le 44 persone (sono napoletani tra i 18 e 38 anni) per avvisarle di quanto accaduto: ovvero che sono stati vaccinati con AstraZeneca e non con Pfizer.

“Nessuna macchina organizzativa o azione umana, per quanto ci si possa lavorare, è scevra da errori – afferma Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro sentito da Repubblica – nonostante la massima attenzione e i protocolli che abbiamo messo in campo, quanto accaduto ci ricorda che non si può e non si deve mai abbassare la guardia. Va anche detto che l’errore, in questo caso, ha come risultato l’immunizzazione da un virus che è sempre e comunque il rischio maggiore”.

Città

Covid, ultimo bollettino in Campania: 31 positivi su 1.929 tamponi effettuati

Pubblicato

il

foto Adnkronos

L’Unità di crisi della Regione Campania ha comunicato l’ultimo bollettino sui contagi da Covid-19 in Campania aggiornato a oggi, 21 giugno 2021:

Positivi del giorno: 31 (*)
di cui
Sintomatici: 10 (*)
* I dati si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 1.929
Tamponi antigenici del giorno: 1.316

Deceduti: 4 (**)
** 3 deceduti nelle ultime 48 ore, 1 deceduto in precedenza ma registrati ieri. .

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 24
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)
Posti letto di degenza occupati: 282

* Posti letto Covid e Offerta privata.

Leggi di più

Città

Campania in zona bianca, abolito il coprifuoco e dubbio mascherine. Tutte le novità

Pubblicato

il

Agenzia Campania Turismo

La Campania oggi è entrata in zona bianca, insieme a Basilicata, Calabria, Marche, Toscana, Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano. Resta in zona gialla solo la Val d’Aosta.

Da oggi, 21 giugno, entrano in vigore alcune novità: la prima restrizione ad essere abolita è il coprifuoco. Non bisognerà più guardare di continuo l’orologio la sera, per rientrare a casa in tempo, dopo mesi di coprifuoco. All’aperto i ristoranti potranno ospitare tavolate senza limitazioni e c’è in dubbio l’utilizzo delle mascherine all’aperto.

Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, infatti, ha affermato che le mascherine all’aperto sono indispensabili e resteranno obbligatorie per tutta l’estate, ma il sindaco de Magistris ha sollecitato il Governo ad intervenire per abolirle.

Per quanto riguarda i ristoranti al chiuso, resta l’obbligo che allo stesso tavolo ci sia il numero massimo di sei persone, a meno che non siano tutti conviventi.

Riaprono parchi tematici e di divertimento, piscine coperte, centri benessere e termali. Riaprono sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò, centri culturali, centri ricreativi, riprendono i corsi di formazione, fiere, congressi e convegni, eventi sportivi aperti al pubblico all’aperto.

Possibili le feste private, anche conseguenti le cerimonie civili o religiose, sia all’aperto e al chiuso, ma con la prescrizione che i partecipanti siano muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.
Per quanto riguarda sale da ballo e le discoteche, la riapertura c’è, ma la musica si potrà ascoltare e non ballare.

Leggi di più

Città

Napoli, furti in case e negozi: arrestato 22enne dai carabinieri

Pubblicato

il

foto Adnkronos

Lo scorso 26 aprile fu selvaggiamente picchiato in via dei Tribunali, a Napoli, perché additato come presunto ladro da alcuni residenti. Oggi, Rafilillah Nasrat, 22enne di origini afgane, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, dovrà rispondere in Tribunale proprio di un tentato furto in abitazione.

Erano quasi le 22 quando alcuni residenti di Corso Vittorio Emanuele hanno segnalato alle pattuglie impegnate in zona un uomo che si sarebbe introdotto furtivamente in un parco privato. Poco prima che riuscisse a fuggire i carabinieri della stazione di Posillipo, quelli del Nucleo Radiomobile di Napoli e del Reggimento Campania hanno accerchiato il complesso residenziale e sorpreso il giovane nascosto tra le autovetture parcheggiate.

Secondo quanto accertato dai militari, il 22enne si sarebbe introdotto in un giardino di un appartamento al piano terra in cui vive un 78enne e avrebbe mandato in frantumi il vetro della porta finestra per entrare più facilmente. Non è riuscito a mettere a segno il colpo per l’intervento dei militari ed è stato arrestato.

Nasrat fu già individuato dai Carabinieri della Compagnia Napoli Centro come autore di numerosi furti con ‘spaccate’ in Via Toledo e nelle strade limitrofe: l’uomo agiva da solo di notte sradicando in alcune occasioni anche dei tombini per infrangere le vetrine dei negozi. Per questi fatti, il 22enne era già stato destinatario della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Leggi di più
Marino Bus

News

Scroll Up