Connect with us

Città

Napoli, de Magistris: “Il 24 e 31 dicembre no a chiusura preventiva di strade e piazze, sì a controlli assembramenti”

Avatar

Pubblicato

il

Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha firmato un’ordinanza recante “misure urgenti per fronteggiare fenomeni di assembramento su alcune strade cittadine nelle giornate del 24 e 31 dicembre 2020”.
Si tratta di un provvedimento che non dispone alcuna chiusura preventiva di strade o piazze ma che individua, come si legge nell’ordinanza, “aree cittadine in cui, per comportamenti consuetudinari, si ritiene più elevato il rischio di affollamenti”.
Nell’ordinanza, in premessa, si sottolinea che “nei giorni 24 e 31 dicembre 2020 si applicano le misure della cd zona rossa, per le quali, tra l’altro, pur essendo sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie), resta comunque consentito l’asporto fino alle ore 22”.
Come si legge nell’atto del primo cittadino, il Prefetto di Napoli con nota prot. n. 0362630 del 19/12/2020 ha rappresentato al Sindaco il forte pericolo di assembramenti di persone presso bar e analoghe attività commerciali in detti giorni, a causa del forte radicamento tra gli abitanti della città della consuetudine degli aperitivi nelle giornate antecedenti il Natale e il Capodanno; alla medesima nota è allegato un elenco di strade e piazze cittadine, proposto dal Questore di Napoli durante la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutasi in Prefettura lo scorso 16 dicembre, nelle quali – ad unanime avviso del Prefetto e dei responsabili delle Forze di polizia – si potrebbero verificare stazionamenti di persone all’esterno dei locali per la consumazione di alimenti e bevande acquistati.”
Nella parte dispositiva dell’ordinanza, infine, si ordina “ fermo restando il rafforzamento dei controlli in tali aree – laddove le forze deputate all’ordine pubblico e sicurezza ravvisino il verificarsi di assembramenti in contrasto con le misure di prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19 – l’interdizione delle sopraindicate aree per il solo tempo strettamente necessario a ripristinare le necessarie condizioni di sicurezza, fatta sempre salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.”

Ecco le aree indicate nell’ordinanza del primo cittadino :
1. via Alabardieri;
2. via C. Poerio;
3. vico Satriano;
4. vico Belledonne a Chiaia;
5. vicoletto Belledonne;
6. via Cavallerizza;
7. via Bisignano;
8. piazzetta Rodinò;
9. via Ferrigni;
10. via Fiorelli;
11. vico dei Sospiri;
12. vico II Alabardieri;
13. piazza Bellini;
14. via Santa Maria di Costantinopoli;
15. via Port’Alba;
16. via San Sebastiano;
17. via San Pietro a Majella;
18. piazza Miraglia;
19. piazzetta Nilo;
20. piazza San Domenico Maggiore;
21. via G. Paladino;
22. via Mezzocannone;
23. piazza San Giovanni Maggiore a Pignatelli;
24. via De Marinis;
25. via San Giovanni Maggiore a Pignatelli;
26. via F. S. Gargiulo;
27. via Candelora;
28.largo Baracche;
29. vico Lungo Teatro Nuovo;
30. vico Figurelle a Monte Calvario;
31. vico Due Porte a Toledo.

Leggi di più
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Città

Covid, ultimo bollettino in Campania: 1.386 positivi su 9.473 tamponi effettuati

Avatar

Pubblicato

il

foto Adnkronos

L’Unità di crisi della Regione Campania ha comunicato l’ultimo bollettino sul coronavirus in Campania aggiornato a oggi, 12 aprile 2021:

Positivi del giorno: 1.386 (*)
di cui
Asintomatici: 887 (*)
Sintomatici: 499 (*)
* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 9.473
Tamponi antigenici del giorno: 4.608

Deceduti: 43 (**)
Totale deceduti: 5.817

Guariti: 1.828
Totale guariti: 261.443

** 25 deceduti nelle ultime 48 ore, 18 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 136
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (***)
Posti letto di degenza occupati: 1.594

*** Posti letto Covid e Offerta privata.

Leggi di più

Città

Napoli, riaperta al traffico via Arcoleo e inizio lavori ultimo tratto via Chiatamone

Avatar

Pubblicato

il

Studio tecnico ambientale

Questa mattina è stata avviata una nuova fase dei lavori di manutenzione straordinaria di via Morelli-via Arcoleo-via Vannella Gaetani. I lavori riguardano le aree ancora non interessate comprese tra via Morelli e via Chiatamone e rimandate nei mesi scorsi per le forti ricadute sul traffico veicolare.

Contestualmente si è provveduto ad aprire al traffico via Giorgio Arcoleo dopo la posa in opera del sottofondo stradale. I lavori erano iniziati lo scorso 22 marzo. Al termine della posa del sottofondo in tutte le aree di intervento si provvederà alla posa dello strato finale della pavimentazione e alla realizzazione della segnaletica.

Questi interventi rientrano nel piano delle attività predisposto dagli Assessorati ai Lavori Pubblici ed alla Mobilità, e messo in campo in concomitanza delle limitazioni imposte dall’attuale situazione pandemica, al fine di limitare i disagi alla cittadinanza.

Leggi di più

Città

Vaccini Covid, De Luca a Figliuolo: “Non procederemo per fasce d’età”

Avatar

Pubblicato

il

La Regione Campania ha comunicato quanto segue:

“Al Commissario gen. Figliuolo abbiamo comunicato che, se entro questo mese non recupereremo i vaccini che ci hanno tolto, prenderemo iniziative clamorose. Intanto non partecipiamo più alle Conferenze Stato-Regioni perché non intendiamo essere presi in giro da nessuno.
Poi pensiamo di tutelarci in tutte le sedi, anche giudiziarie, perché questo è un netto abuso a cui bisogna porre termine.”

“L’altro scandalo a cui bisogna porre termine, e anche questo ho detto al Commissario Figliuolo, è la mancata attivazione di Aifa (l’Agenzia Italia del Farmaco) nella valutazione di altri vaccini, a partire da Sputnik. Il nostro obiettivo è innanzitutto tutelare la salute dei nostri concittadini e per questo non dobbiamo chiedere il permesso a nessuno.”

“La Campania è stata una regione tra le più rigorose d’Italia, ma una cosa è il rigore altro è la stupidità. Al commissario Figliuolo ho detto che una volta completati gli ultra ottantenni e i fragili noi non intendiamo procedere per fasce di età.”

“Dedicheremo la struttura pubblica a curare i fragili e le persone anziane ma lavoreremo anche sui settori economici perché se decidiamo di andare avanti solo per fasce di età, quando avremo finito le fasce di età l’economia italiana sarà morta”, dichiara il Governatore della Campania Vincenzo De Luca a Benevento.

Leggi di più

News

Scroll Up