Connect with us

Città

Coltivavano cannabis in un terreno del napoletano: cinque persone arrestate

Published

on

Wikipedia

Si erano impossessati illecitamente di una porzione di terreno e qui avevano impiantato una coltivazione di cannabis, “protetta” anche da un sistema di videosorveglianza. A scoprire l’illecita attività portata avanti in un’area periferica di Boscoreale (Napoli) i carabinieri, grazie ad indagine condotta a partire dallo scorso mese di luglio.

Oggi la svolta, quando i militari dell’Arma della stazione di Boscoreale hanno dato esecuzione ad un’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina nei confronti di cinque persone, tre finite nel carcere napoletano di Poggioreale e due poste agli arresti domiciliari. Tutte sono accusate a vario titolo e in concorso tra loro di coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica.

Secondo quanto emerso dalle indagini, infatti, i cinque si erano illecitamente impossessati di una porzione di terreno ubicata in una zona di periferia dove avevano impiantato una coltivazione di cannabis. Gli indagati, a turno, provvedevano alla cura e al monitoraggio della piantagione, che veniva anche presidiata da telecamere di videosorveglianza alimentate mediante un allaccio abusivo alla rete elettrica. Nonostante le cautele adottate dai cinque, i carabinieri sono riusciti a monitorare l’area attraverso telecamere nascoste e ad identificare progressivamente tutti i componenti del gruppo, individuando i diversi ruoli ricoperti da ognuno di loro. Nel corso delle indagini sono state anche sequestrate 107 piante di marijuana.

Leggi di più
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Città

Voragine Ospedale del Mare, tolti i sigilli: al via lavori per ripristino acqua calda

Published

on

ph Il Mattino

La Procura di Napoli ha rimosso i sigilli alla voragine che si è creata la scorsa settimana all’Ospedale del Mare per permettere all’Asl Napoli 1 di ripristinare il flusso di acqua calda e riscaldamento al servizio dei reparti. Il dissequestro temporaneo questa mattina dopo che l’Asl ha presentato tutta la documentazione richiesta dai pm per proseguire le indagini.
L’Asl ha fatto partire quindi il cronoprogramma dei lavori che prevede una conclusione in un massimo di sette giorni.

L’ufficio tecnico, si apprende da fonti dell’Asl, con la squadra della ditta che si occupa della manutenzione, sta facendo partire i lavori che si svolgono a circa 50 metri dalla voragine, area anche quella sequestrata dai magistrati. I lavori prevedono l’installazione di nuove centrali caldaie che permettano di bypassare la voragine: con le attuali caldaie, infatti, l’acqua calda si riverserebbe nel fosso senza raggiungere l’ospedale. I lavori si svolgeranno nei cunicoli sotterranei del parcheggio fino all’ospedale.

Attualmente l’Ospedale del Mare continua a lavorare in condizioni difficili, riscaldando l’acqua con i fornetti e provando a climatizzare le corsie con termoventilatori, una situazione che si sbloccherà solo alla fine dei lavori.

Leggi di più

Città

Napoli, orti urbani e attrezzature a uso pubblico a Pianura

Published

on

Comune di Napoli

La Giunta comunale, su proposta del Vice Sindaco con delega all’urbanistica Carmine Piscopo, ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione di una attrezzatura ad uso pubblico destinata a orti urbani, denominata il “giardino della Ferrovia”, in via Don Giovanni a Pianura.

Il progetto prevede la realizzazione di orti disposti su terrazzamenti con superfici variabili, per un totale di 2600 mq di spazio coltivabile, uno spazio pubblico attrezzato con tavoli, sedute, un’area gioco per bambini e un’area di 200 mq da destinare ad attività didattiche e di ortoterapia, che saranno organizzate in sinergia con le scuole e gli attori sociali presenti sul territorio.
All’interno dell’area, accessibile da tre ingressi di cui uno carrabile, saranno anche collocati uno spazio per il compostaggio dei rifiuti, servizi igienici e un parcheggio pertinenziale.

“Con l’approvazione di questa delibera – dichiara l’Assessore Piscopo – si riconferma l’importanza e il successo della realizzazione di attrezzature ad uso pubblico, mediante convenzionamento, con i privati. Un meccanismo che consente di implementare e migliorare i servizi urbani per il territorio e di rispondere con particolare attenzione alle crescenti esigenze di luoghi aperti e di spazi coltivabili e collettivi”.

Leggi di più

Città

Napoli, chiusura pista ciclabile Galleria IV Giornate

Published

on

foto agenzia Dire

Per consentire i lavori di adeguamento normativo ed efficientamento energetico degli impianti di illuminazione e ventilazione a servizio della Galleria IV Giornate, a partire da mercoledì 20 e fino al 30 aprile verrà chiusa la pista ciclabile.

Leggi di più

News

Scroll Up