Seguici su
  • SAL DE RISO
  • TEDIM
  • Intralot
  • Tufano
  • Rispo Surgelati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

LEARDI: "NON CAPISCO PERCHE' L'OMICIDIO DI MIO FIGLIO SIA DEFINITO UNA 'BRAVATA'"

13859 ciro esposito la villa comunale di scampa sar intitolata a lui

Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: 

“L’altro ieri è comparso un articolo su un giornale in cui il giudice della Corte d’appello di Roma aveva sentenziato che l’omicidio di mio figlio fosse una bravata. Persino i miei legali ancora dovevano saperlo, credevo fosse stato un termine usato impropriamente. L’avvocato poi mi ha confermato tutto. Ma cos’è una bravata? Io non saprei definirla, vorrei che il giudice lo spiegasse ai bambini ed a tutti noi. Qui stiamo parlando di un uomo di 50 anni, come si può parlare di bravata. Ciro parlava di agguato, di uomini arrivati con il casco in testa. La giustizia italiana cosa sta coprendo? Questo assassino è protetto da qualcuno. E’ un violento, una persona irascibile. Non smetterò mai però di portare messaggi d’amore e di pace”.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.